Programmo la fuga

on my way to myself

“Non sono in casa, ma le mie scarpe lo sono. Lasciate un messaggio”

17 commenti

Ho questo paio di Converse con i lacci troppo lunghi. Tutte le volte che me le metto, anche facendo tre o quattro nodi, mi rimangono i lacci penzoloni a lato, non mi piacciono esteticamente e si muovono in tutte le direzioni a seconda del ritmo della mia andatura, a volte quando cammino sento tic tic tic ad ogni passo, diventano fastidiose. Poi rischi che hai fatto talmente tanti nodi per accorciare i lacci, che non ti riesce più slacciarti le scarpe, e ti innervosisci quando torni a casa e sei stanco e vorresti solo infilare i piedi nelle pantofole.

Ci sono poi le scarpe che hanno i lacci così corti che non riesci a fare neanche un doppio nodo, e io faccio sempre un doppio nodo, perché altrimenti ogni tre per due sei lì che ti devi chinare per riallacciarti le scarpe, rischi di inciampare, se sei per strada la gente ti viene addosso che non ti vede lì accucciato a terra, se non ti vuoi sporcare i pantaloni all’altezza delle ginocchia devi tenerti in equilibrio. Un doppio nodo fatto bene non dà noia esteticamente, regge fino a fine giornata, e si scioglie con relativa facilità.

Le scarpe con la cerniera ti sostengono bene, tiri su e giù in un momento, non ti devi mai preoccupare di avere le scarpe slacciate, sono calzature che hanno carattere, decise. Di solito però devi fare un po’ di fatica per infilarle e sfilarle, devi spingere o tirare con la giusta pressione, perché se sbagli poi ti ritrovi con la gamba in aria, un calcio al nulla.

Infine tutte quelle scarpe senza lacci né cerniere, che metti e togli senza nemmeno usare le mani, o al massimo usando un calzascarpe. Durante la giornata ti ritrovi a giocare con la scarpa dondolante sull’alluce, se corri te le perdi per strada come Cenerentola, bisogna tu ci stia attento, se sono comode sono veramente comode, cose che te le terresti su a vita, ma se sono scomode portano guai seri. Il mio piede destro è mezzo centimetro più corto del sinistro (giuro), e quindi non compro mai questo tipo di scarpe perché dovrei prendere un numero per il sinistro e uno diverso per il destro, nessuna soletta funziona a dovere. Potrei farmi fare le scarpe su misura ma per il momento non ne sento la necessità.

Ecco, penso che il tipo di scarpe che ti scegli indichi un po’ il tipo di relazioni che hai con le persone che ti circondano. Carrie Bradshaw diceva che le scarpe “sono migliori del DNA, identificano chiunque senza tanta fatica”.

Annunci

17 thoughts on ““Non sono in casa, ma le mie scarpe lo sono. Lasciate un messaggio”

  1. Questo si chiama ragionare con i piedi 😛 Io ho risolto il problema annodando le scarpe con i lacci in modo da infilarle e sfilarle senza più toccare i lacci. Et voilà!

    Mi piace

  2. Brava, proprio in questi giorni ho problemi di piedi e scarpe (e viceversa).
    Il tuo discorso si infila nella mia quotidianità… sai quel proverbio che dice “non parlare di corda in casa dell’impiccato”? 🙂

    Liked by 1 persona

  3. No, no, piedi e scarpe si sposano come più gli aggrada, che poi si sia noi a pagare per la loro avventatezza, loro – i piedi e le relative scarpe – se ne fregano.
    (Non c’è niente al mondo di più cinico di un piede!)

    Mi piace

  4. Io ho un problema coi lacci che si sciolgono facilmente, quindi allora stringo il nodo molto forte, col risultato che la scarpe è troppo stretta sul dorso del piede e mi dà fastidio e poi c’è quel problema che quando la togli devi allargare i lacci tra gli occhielli perché non riesci a sfilarla.

    Liked by 1 persona

  5. Io le Converse le allaccio dietro la lingua della scarpa, così le stringhe stanno all’interno e non penzolano, ciò che avanza lo infilo di lato.

    Mi piace

  6. Non so’ se vale anche per le converse, ma nelle scarpe da ginnastica usare l’ultimo buco dell’allacciatura ( quello che di solito nessuno usa…) aiuta ad accorciare sensibilmente i lacci.
    Video esplicativo: https://www.youtube.com/watch?v=2R8tuc44nSo
    Saluti.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...