Programmo la fuga

on my way to myself

Un sogno per domani

5 commenti

sogno-per-domani

Ogni tanto mi torna in mente il film Un sogno per domani (se non lo avete mai visto ve lo consiglio). Rimasi molto colpita quando lo guardai la prima volta, e tutt’ora capita che ci pensi. Il fatto di cambiare il mondo con piccoli gesti, in punta di piedi, senza che nessuno se ne accorga in realtà, è questo che mi ha sempre affascinato. Ognuno di noi può fare qualcosa, seppur microscopica, per migliorare la vita degli altri e il mondo in generale. A volte nemmeno ci rendiamo conto di quante cose banali, gratuite, e apparentemente senza significato, possono invece produrre effetti positivi nelle persone che ci circondano e nell’ambiente in cui viviamo. Certo, è vero, così non avvengono rivoluzioni, non si risolve il problema della guerra, né della carestia, si continuerà a soffrire, da qualche parte ci sarà sempre qualcuno che starà male. Ma non credo che fare un favore agli altri sia la soluzione a tutti i disastri di questa umanità, non credo che debba significare necessariamente ricevere qualcosa per gratificarti della tua bella azione, sia questo qualcosa un grazie o la pace nel mondo. Credo proprio che lo scopo sia non ricevere niente in cambio.

Uno dei miei parenti americani, il fotografo Marcantonio, mi ha stupito più volte con il suo modo di vivere la quotidianità. Ho imparato molto da lui, e mi sono spesso rammaricata di non avere il suo stesso spirito di gioia verso ogni singolo momento della giornata. Nonostante le difficoltà, nonostante le beghe familiari e lavorative, nonostante tutti i piccoli ostacoli che si trova davanti in una giornata qualunque, riesce sempre a trarne fuori qualcosa di positivo, un sorriso, una gentilezza. Ho scoperto col tempo che questa sua serenità di fondo deriva dal fatto che, in un modo o nell’altro, rende qualcuno contento, anche solo un momento, e l’unico vantaggio che ottiene da quella contentezza donata è essere felice lui stesso.
Marcantonio una volta al mese va in banca e ritira qualche banconota da due dollari, una rarità, considerata un portafortuna dagli americani. Quando capita, quando ne ha voglia, quando secondo lui la persona che ha davanti ha bisogno di un sorriso o di un pensiero positivo, tira fuori quel pezzo da due dollari e lo dona. A fine mese avrà speso dieci o dodici dollari, è vero, ma cinque o sei persone si saranno sentite forse un po’ più fortunate, avranno forse affrontato la giornata con un pizzico di buon umore in più, con un sorriso più largo. E se una persona sorride, senza finzioni, anche tutti quelli a cui sorride sorrideranno in risposta, istintivamente, e così via, è un circolo di positività.
Una volta mi portò al drive thru di un fast food. Quando arrivò a pagare pagò anche il conto della macchina che aveva ordinato dopo di lui. Era un modo per fare un favore, o magari solo per sentirsi meno in colpa del fatto che si stava facendo fuori migliaia di calorie e grassi in un momento di debolezza, non sono sicura.

Non tutto però deve necessariamente ruotare intorno ai soldi. Fa sicuramente piacere ricevere un pasto gratis, due dollari fortunati, ma non tutti hanno a disposizione denaro da dar via. Puoi donare il tuo tempo, la tua mano a qualcuno che cade o è in difficoltà, puoi ascoltare, puoi semplicemente sorridere o fare un complimento, “buongiorno principessa”, un cliché imbarazzante, ma fa sempre contenta una donna, sotto sotto.
Piccoli favori mettono in moto la ruota del mondo, e chissà cosa quel tuo sorriso arriverà a fare. Il segreto è non scoprirlo mai, e sta proprio qui la difficoltà. Ricerchiamo sempre, in qualche modo, una qualche gratificazione pubblica, non ci accontentiamo mai in silenzio, sentiamo la necessità di far sapere a qualcuno quanto siamo stati bravi, generosi, altruisti, e lì si perde la magia, la ruota rallenta e alla fine si ferma, perché da quel favore che hai fatto vuoi qualcosa in cambio e allora il tuo sorriso è servito soltanto a far contento il tuo riflesso nello specchio.
A pensarci bene, forse possiamo cambiare il mondo semplicemente cambiando noi stessi

Annunci

5 thoughts on “Un sogno per domani

  1. SPLENDIDO!
    Appoggio in pieno le tue riflessioni! Ho dedicato un’intera sezione del mio blog alla gentilezza ed a questo genere di piccoli gesti ….
    🙂
    Buona domenica!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...