Programmo la fuga

on my way to myself

I raccoglitori di fiori

2 commenti

Quando sono andata a Bali avevo tredici o quattordici anni. Eravamo in questo bellissimo albergo, un sogno in un’isola da sogno. Ho una miriade di ricordi di quel viaggio, dalle risaie al cibo favoloso, dalle persone che ti sorridono e ti salutano sempre al tè del pomeriggio in riva alla spiaggia. Forse però la cosa che più mi è rimasta impressa nella memoria è l’immagine dei raccoglitori di fiori. Ogni mattina, sul presto, una dozzina di uomini e donne si mettevano a girovagare per l’hotel, naso all’insù, un grande cesto di foglie di palma appeso al braccio. Guardavano attentamente tutte le piante e tutti gli alberi che abbellivano la proprietà, partivano dalla terrazza delle colazioni fino alla piscina, percorrevano tutti i viottoli che portavano alle varie villette, arrivavano al mare. Quando vedevano un bel fiore si fermavano, lo annusavano e poi lo tagliavano, appoggiandolo con cura estrema nel cesto.
Ogni volta che tornavi in camera trovavi fiori freschi sparsi ovunque, sul letto, in bagno, sul divano, all’ingresso, nell’armadio. Ogni giorno i raccoglitori di fiori toglievano i petali appassiti del giorno prima e li rimpiazzavano con le nuove fragranze della giornata. In silenzio, tranquilli, col grande cesto che ondeggiava con la loro andatura, li vedevi nuovamente comparire nel tardo pomeriggio, intenti a raccogliere i fiori per decorare i tavoli della cena. I fiori con il sole del giorno profumavano diversamente da quelli con la luce della luna e dell’alba. Una brezza leggera, il cielo dell’equatore, il profumo della prima portata mescolato a quello della giornata appena trascorsa, in tutti i suoi meravigliosi colori.
Ancora non sapevo che cosa avrei fatto da grande, ero piena di possibilità, nemmeno troppo preoccupata, ottimista a lungo termine. Mi ricordo però di aver pensato che se mai la mia vita fosse andata a rotoli potevo tornare lì e fare la raccoglitrice di fiori. Certo non mi avrebbero pagato granché, ma per vivere a Bali di sicuro non servono grandi cose in fin dei conti, il riflesso del mare, una palma, una ciotola di riso con un fiore. Mi sembrava abbastanza per una vita serena. Mi sembra tutt’ora abbastanza per una vita serena, raccoglitrice di fiori. Solo a pensarci passa lo stress. Sorridete, se mai la vostra vita andrà a rotoli potrete sempre raccogliere fiori a Bali, vi assicuro che non ve ne pentirete.

Annunci

2 thoughts on “I raccoglitori di fiori

  1. Un’immagine davvero rilassante. Rasserena, tranquillizza.

    Liked by 1 persona

  2. A vederli hanno proprio una rilassatezza…

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...