Programmo la fuga

on my way to myself

Si cresce e/o si invecchia

Lascia un commento

Oggi ho rivisto il mio caro amico DottC. Era da Prima di Natale che non ci beccavamo. Ha cominciato la specializzazione a Roma, io me ne sono andata in Australia, e quando alla fine sono tornata, mesi dopo, non ci siamo mai incrociati, fra turni di guardia e stanchezza.
La prima cosa che ho notato è che è dimagrito. Tutti quelli al primo anno di specializzazione in medicina dimagriscono. (Se per caso cercate una dieta sicura..). L’ho trovato stanco. Ma non della serie ieri sera ho fatto tardi, no, proprio stanco, affaticato dalla vita, in generale. Mi ha fatto una strana impressione insomma. Poi però dopo due minuti eravamo già tornati alla nostra routine, alla nostra familiarità, come essersi visti giusto la settimana prima.

Gli voglio bene a DottC. Ho imparato a volergli bene. Ci conosciamo ormai da.. (mi metto un attimo a contare) tredici anni. Troppi. Siamo stati in classe insieme per dodici anni. Quindi se mi metto a fare altri due calcoli, nella mia vita ho quasi passato più tempo con lui che con mio padre, per dire. Ho imparato a volergli bene, ho accettato tutti i suoi difetti e mi ci sono adattata, così come lui mi ha sempre preso per come sono, sempre sinceri, sempre diretti. Ho imparato a volergli bene perché anche se ha un carattere agli antipodi rispetto al mio, ha un cuore buono e quando lo guardo mi ispira casa, mi sa tutto di ricordi DottC. Come quando il primo giorno di liceo si è presentato dicendo “buongiorno, da grande farò il sindaco”. Il sindaco, disse proprio così. C’era anche Sorella stasera con noi a prendere il gelato e mi guarda, ci pensa su un attimo, e poi scoppia a ridere perché si era dimenticata quel nostro primo giorno tredici anni fa.

E invece non lo fa il sindaco DottC, fa l’aspirante internista che vorrebbe in realtà fare l’aspirante cardiologo o forse no perché alla fine fare l’aspirante internista non è poi così male.
Dopo aver preso il gelato stasera siamo tornati verso casa a piedi, e guardandolo mi sono resa conto che la strana impressione che ho avuto stamani quando l’ho rivisto dopo mesi era semplicemente il passare della vita. DottC è invecchiato, ed invecchiando è anche cambiato: un po’ più saggio, un po’ più adulto, lo sguardo di chi ha realizzato che ormai è un uomo e vorrebbe tornare bambino. Mi domando se anche io sembro diversa agli occhi degli altri, se vedono che forse non sono la stessa persona, o meglio, sono quasi io finalmente. Mi domando se tutto il lavoro che sto facendo su me stessa si trasmette anche agli altri. Mi domando se anche io sono invecchiata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...